Test dell'Agorafobia

Cosa Misura il Test dell'Agorafobia

Il test dell'agorafobia misura il livello di gravità dei sintomi per l'agorafobia. Il test è composto da 10 affermazioni che permettono di valutare i sintomi dell'agorafobia in individui adulti di età pari o superiore a 18 anni. Il test consente anche di verificare i cambiamenti nel tempo della gravità del disturbo. Punteggi che risultano costantemente elevati su un particolare comportamento possono indicare aree significative e problematiche per la persona che eventualmente richiedono un ulteriore trattamento o un follow-up (criteri diagnostici dell'agorafobia nel dsm-5). Per una corretta diagnosi i risultati del test vanno sempre valutati, giudicati e approfonditi in un colloquio clinico da un professionista della salute mentale (psicologo, psicoterapeuta o psichiatra).

TEST PSICOLOGICI DISTURBI PSICHICI

Interpretazione dei punteggi del test

Il test dell'agorafobia è composto da dieci affermazioni, da valutare in relazione agli ultimi sette giorni: Sempre = 4; La maggior parte delle volte = 3; Metà delle volte = 2; Occasionalmente = 1; Mai = 0. Il punteggio del test è compreso tra 0 e 40:agorafobia molto alta, 31 - 40; agorafobia alta, 21 -30; agorafobia moderata, 11 - 20; agorafobia lieve 6 -10; agorafobia scarsa o assente, 0 - 5.

*Dichiarazione di responsabilità: Il risultato del test dell'agorafobia online ha solo uno scopo informativo e non può sostituire una valutazione completa da parte di un professionista psicologo,psicoterapeuta o psichiatra; la valutazione dovrebbe essere utilizzata solo come guida indicativa per comprendere il tuo livello di agorafobia. Il test non ha valore diagnostico.

Autore articolo: Prof. Massimo Continisio, Psicologo e Psicoterapeuta

Bibliografia:

American Psychiatric Association. Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders. 5th ed. Arlingon, VA: American Psychiatric Publishing. 2013.; Ritchie K, Norton J, Mann A, et al. Late-onset agoraphobia: general population incidence and evidence for a clinical subtype. Am J Psychiatry. 2013;170(7):790-8.